Diritto al Digitale

L’interesse legittimo per profilazione e direct marketing?

Il GDPR fornisce maggiore flessibilità nella definizione della base giuridica da usare per attività promozionali

L’interesse legittimo rappresenta una soluzione valida ai sensi del regolamento privacy europeo per giustificare la profilazione e il direct marketing?

Il Codice Privacy limitava notevolmente la possibilità di fare affidamento sull’interesse legittimo che invece è diventato una notevole opportunità con il GDPR in relazione alle attività di marketing. Tuttavia, ci sono limiti stringenti alla sua operatività che non possono essere sorpassati per evitare contestazioni.

Potete leggere un mio articolo più approfondito in inglese sullo stesso argomento a questo “Legitimate interest, performance of contract and privacy consent under the GDPR“. Inoltre, potete revisionare la mia serie di video sul Diritto al Digitale al link QUI e ascoltare di seguito il podcast sull’argomento

Don't miss our weekly insights

Tags
Show More

Giulio Coraggio

I am the head of the Italian Technology sector and the global head of the IoT and Gaming and Gambling groups at the world-leading law firm DLA Piper. IoT and artificial intelligence influencer and FinTech and blockchain expert, finding solutions to what's next for our clients' success.

Related Articles

Back to top button
Close