Data ProtectionDiritto al DigitalePrivacy

Come scegliere correttamente il DPO ai sensi del GDPR?

L'erronea identificazione del DPO può far sorgere possibili contestazioni e sanzioni da parte del Garante

Quali considerazioni valutare nella scelta del data protection officer (DPO) ai sensi del GDPR per evitare sanzioni privacy e perchè nominarlo in ogni caso potrebbe non essere la scelta giusta. 

La scelta del DPO è complessa. Bisogna identificare una risorsa all’interno dell’azienda o un fornitore esterno? Deve essere un avvocato o un tecnico? E’ possibile identificare un unico DPO per l’intero gruppo? Ma soprattutto si è obbligati a nominarlo in ogni caso o ci sono eccezioni? Perchè nominare il DPO potrebbe non essere la soluzione più prudente qualora si giunga alla conclusione che non si è obbligati a procedere alla nomina?

Ho cercato di affrontare l’argomento in questo video e potete leggere un mio articolo in inglese sullo stesso argomento a questo link “What liabilities for the data protection officer (DPO) under the GDPR?“. Inoltre, potete revisionare la mia serie di video sul Diritto al Digitale al link QUI e ascoltare di seguito il podcast sull’argomento sul vostro dispositivo mobile QUI e di seguito

Don't miss our weekly insights

Tags
Show More

Giulio Coraggio

I am the head of the Italian Technology sector and the global head of the IoT and Gaming and Gambling groups at the world-leading law firm DLA Piper. IoT and artificial intelligence influencer and FinTech and blockchain expert, finding solutions to what's next for our clients' success.

Related Articles

Back to top button
Close